X PER GARANTIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIES SCOPRI L'INFORMATIVA SUI COOKIES
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla nostra Cookie Policy
Nel salotto del collezionista. Arte e mecenatismo tra Otto e Novecento
Data
08/12/2020
Data fine
31/01/2021
Luogo
Varese
SPORT e TEMPO LIBERO - Presentazioni
Dal 3 ottobre 2020 al 31 gennaio 20121 le suggestive sale del Castello Masnago, Musei Civici di Varese, ospitano "Nel salotto del collezionista. Arte e mecenatismo tra Otto e Novecento", un percorso artistico di oltre 70 dipinti, sculture e oggetti d'arte decorativa, provenienti dalle raccolte d'arte della Fondazione Cariplo, dei Musei Civici di Varese e di prestigiosi musei lombardi. (Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Museo Poldi Pezzoli di Milano, Casa Museo Lodovico Pogliaghi al Sacro Monte di Varese, Museo della Società Gallaratese per gli Studi Patri di Gallarate).
Un appassionante e suggestivo viaggio di scoperta della Varese di fine Otto e inizio Novecento, protagonista di un incredibile sviluppo economico, sociale e culturale grazie allo spiccato spirito imprenditoriale, lungimirante mecenatismo e profonda visione filantropica dell'alta borghesia dell'epoca.
Le grandi famiglie Ponti, Borghi e Cantoni di Gallarate, Turati e Crespi di Busto Arsizio, i banchieri Taccioli, i duchi Litta Visconti Arese, l'impresario edile De Grandi e sua moglie Amelia Bolchini, furono abili imprenditori e al tempo stesso grandi mecenati di pittori, scultori, architetti. Un impegno che lascia traccia e resta vivo, nella moderna fisionomia di Varese.
LA SEDE ESPOSITIVA: CASTELLO DI MASNAGO 
È un complesso architettonico che ha subito interventi e ampliamenti diversi nel corso dei secoli. Alcune sue parti risalgono a epoche diverse: al Medioevo appartiene la torrequattrocentesco è il corpo di fabbrica principale, famoso per i suoi splendidi interni affrescati; più recente, datata intorno al sei-settecento, è l'ala che ha reso la fortezza medievale più simile a una residenza signorile che a un edificio difensivo. Il Castello di Masnago è conosciuto soprattutto per i cicli di affreschi della Sala degli Svaghi e della Sala dei Vizi e delle Virtù, che furono scoperti nel 1938, vengono considerati esempi artistici di grande suggestione e raffinatezza e possono essere riferibili alla tradizione cortese del Gotico Internazionale, stile diffuso tra la fine del 300 e la metà del 400 nelle corti di tutta Europa e in Italia.
Il Castello di Masnagoaperto al pubblico nel 1990, è sede dal 1995 di alcune delle collezioni storico-artistiche permanenti dei Civici Musei di Varese: opere dei più importanti pittori lombardi moderni, esempi di arte secentesca e settecentesca e i maggiori protagonisti della contemporaneità.
ORARIDal 3 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
INGRESSO GRATUITO
ORARI: da martedì a domenica - ore 9.30 – 12.30 / 14-18
Catalogo Silvana editoriale, Cinisello Balsamo (MI)
VISITE GUIDATE: Visite guidate per scuole e gruppi su prenotazione con "Archeologistics", da contattare ai seguenti recapiti: telefono  39 328.8377206; mail:info@archeologistics.it
INFORMAZIONI:
Castello di Masnago - Tel.: 0332.820409
Fondazione Comunitaria del Varesotto - Tel.: 0332 287721 - mostra@fondazionevaresotto.it
Evento organizzato da:
Varese
Share:
Filtra eventi
ISCRIVITI
ISCRIVITI